Search

end of summer 2 update..

Updated: Mar 15

(article in 2 languages, Italian follows below)

I haven’t updated the blog page since, well, too long ago, simply because I haven’t had the time!! I have been fully engaged in the weeding phase number 2, second year of unplugging pines, gums, and the various invasive weeds, like the fast spreading blackberries, and the not so gracious vines moth plants and banana passion-fruits, that smother hundreds of native trees. I counted up to 10 native trees dying under ONE banana passionfruit.


This summer I started humbly acknowledging the REAL scale of this project. Mad, I was mad when I thought it would be a nice thing to do, to pay Nature back for all the dirt released (just by me in 40 years of life) into space. So naive!!!! Help!!! This is massive, I mean, MASSIVE work. Not only because the pine trees keep sprouting back, and fast, and they will be doing it for at least 7 years. (This is the time span viability of pine seeds, in general!). But also because the weeds that appeared last year, even after a major clean-up, are coming back in full ( even if in slightly lower )numbers! But this year what seems to be an exception is that blackberries and pampas grass, which I tackled in the flowering season with Helene last year, are literally triplicated in number, or more.

What if I hadn’t done anything a year ago????

Cutting the flowers of pampas grass is easy enough,(beside the scratches on my face!) but doing this twice or three times in a month over a 20 hectares area is not fun. Snapping the flowers works ok but then the plant grows more of them only 2 weeks later and I have to start again! I’m up to more than 3000 plants attacked! Arrrrgggg! But if I don’t do it, next year I will have 3 times more or worse and the lot of land would look quite different from a regenerating forest.

But, boy, the blackberries are a different story...they don't have one stem and one root, but hundreds per plant, sticking out of the ground at 40-50 cm apart form each other, buried under criss-crossing of thorny bush! This is a pain-stacking-time consuming job! I dont want to ever see one blackberry EVER again! They are coming out everywhere, they are the bad news of this summer


I have some sense of the damage that man did in the past, by bringing in invasive species ON PURPOSE. But I thought that we gained some sanity (?) and learnt. But no, we still plant blueberries – because we like them!- without realizing that birds love them too! , eat them in our gardens and disperse the seeds everywhere, far, far away! Not to talk about the passionfruit group, another awful tree killers!


Some of the invasive plants are not even edibles, like the moth plant or the swan plant, but they were introduced because cute, with a nice scent, or because butterflies love them. However, not often we stop and think that these plants, besides not belonging to this natural environment, being a very bad news for trees (like in the case of the moth plant) and attracting pest insects, are also very poisonous to animals and spread rapidly, taking space and resources from natives. Sigh! Swan plants come from Africa, are well adapted to dry conditions, grow in any soil, thus PERFECT for invading New Zealand like they invaded Hawaii, New Caledonia and other countries. Tough fight for regenerators!


Another piece of sad news is that some of the trees planted last year did NOT make it through the dry winter and two consecutive dry summers. I had a loss of about 15% but I will try to replace all of the lost ones to keep buyers happy with their trees as living parts of this project.


Luckily there is good news! I can notice nice regrowth and regeneration in many places that everyday uplift my heart and fill me with hope and positive strength. A totara here, a group of karaka there, several puriri, lots and lots of pangas and hengehenge, and manuka and kanuka, and more ! sticking their heads through the abandoned slash. Positive strength from life coming back, I definitely need this!


And..., buyers of trees are keeping coming and the recycled t-shirt + tree idea was as good win, some people buying for birthday presents and so spreading the good news. And finally, another positive note is that I was granted 500 trees to plant on this land by Trees That Count, a group burgeoning from the NZ government that helps private land owners restoring their land. So yeyyy!!!!!! This will surely help. Some rain would too :)


Thank you for your support and believing in the importance of this work:)

Kia kaha!

Non ho aggiornato la pagina del blog da molto, beh, troppo tempo, semplicemente perché non ho avuto il tempo !! Sono completamente impegnata nella fase di diserbo numero 2, secondo anno di eradicazione di pini, e varie erbacce invasive, come le more, che si diffondono rapidamente, le piante della seta, non così graziose, e i frutti della passione, che soffocano centinaia di alberi nativi. Ho contato fino a 10 alberi nativi morire sotto UN frutto della passione.


Quest'estate ho iniziato a riconoscere umilmente la VERA scala di questo progetto. Pazza, ero proprio pazza quando pensavo che sarebbe stata una bella cosa da fare, ripagare la Natura per tutto lo sporco rilasciato (solo da me in 40 anni di vita) nello spazio. Così ingenua!!!! Aiuto!!! Questo è un lavoro enorme, voglio dire, MASSICCIO. Non solo perché i pini continuano a germogliare, e velocemente, e lo faranno per almeno 7 anni (questa è la lunghezza temporale della sopravvivenza dei semi di pino, in generale!). Ma anche perché le erbacce apparse lo scorso anno, anche dopo un’ importante bonifica, stanno tornando in pieno (anche se in numero leggermente inferiore)!

Ma quest'anno quello che sembra essere l'eccezione ad una leggera diminuzione, è che le more e l'erba della pampa, che ho affrontato nella stagione della fioritura con Helene l'anno scorso, sono letteralmente triplicate in numero, o più.

E se un anno fa non avessi fatto niente ????

Tagliare i fiori dell'erba della pampa è abbastanza facile, (a parte i graffi sul viso!). Ma farlo due o tre volte in un mese su un'area di 20 ettari non è divertente. Spezzare i lunghi fiori funziona bene, ma poi la pianta ne cresce di più solo 2 settimane dopo e devo ricominciare! Ho attaccato oltre 3000 piante! Arrrrgggg! Ma se non lo faccio, l'anno prossimo ne avrò 3 volte di più o peggio e il lotto di terra sembrerebbe molto diverso da una foresta in rigenerazione.

Ma le more sono una storia diversa ... non hanno un gambo e una radice, ma centinaia per pianta, sporgono dal terreno a 40-50 cm di distanza l'una dall'altra, sepolte sotto l'incrocio di cespugli spinosi! Questo è un lavoro che richiede tempo e fatica! Non voglio vedere MAI più un mora!


Ho a questo punto una certa idea del danno che l'uomo ha fatto in passato, portando specie invasive APPOSTA. Ma pensavo che avessimo guadagnato un po 'di sanità mentale (?) ed avessimo imparato. Ma no, piantiamo ancora more- perché ci piacciono! - senza renderci conto che anche gli uccelli le adorano! , le mangiano nei nostri giardini e ne disperdono i semi dappertutto, lontano, lontano! Per non parlare del gruppo dei frutti della passione, orribili assassini di alberi!


Alcune delle piante invasive non sono nemmeno commestibili, come la pianta della seta (Araujia sericifera ) o la pianta a palloni (Asclepias physocarpa), ma sono state introdotte perché carine, con un buon profumo, o perché le farfalle le adorano. Non spesso però ci fermiamo a pensare che queste piante, oltre a non appartenere a questo ambiente naturale, a diventare una pessima notizia per gli alberi (come nel caso della pianta della seta) e attirare insetti parassiti, sono anche molto velenose per gli animali e si diffondono rapidamente, prendendo spazio e risorse alle piante native. Sigh! Le piante a palloni provengono dall'Africa, si adattano bene alle condizioni di siccità, crescono in qualsiasi terreno, quindi PERFETTE per invadere la Nuova Zelanda come hanno invaso le Hawaii, la Nuova Caledonia e altri paesi. Dura lotta per i rigeneratori di foreste!


Un'altra triste notizia è che alcuni degli alberi piantati l'anno scorso NON hanno superato l'inverno secco e due estati secche consecutive. Ho avuto una perdita di circa il 15%, ma cercherò di sostituire tutti gli alberi persi per mantenere i “partners” felici con i loro alberi come parti vive di questo progetto.


Per fortuna ci sono buone notizie! Noto in molti spazi una bella ricrescita e rigenerazione naturali che ogni giorno sollevano il mio cuore e mi riempiono di speranza e forza positiva. Un totara qui, un gruppo di karaka là, diversi puriri, tantissimi panga e hengehenge, e manuka e kanuka e altro ancora! Sountano con le loro teste da una terra ferita. Forza positiva della vita che torna, ne ho assolutamente bisogno!


E ..., i “mecenati“ di alberi continuano a venire e l'idea della t-shirt riciclata + albero è stata buona: molti hanno acquistato alberi e tshirt come regalo di compleanno o di natale. E infine, un'altra nota positiva è che mi sono stati dati 500 alberi da piantare su questa terra da Trees That Count, un gruppo nato dal governo neozelandese che aiuta i proprietari privati ​​a ripristinare la loro terra. Quindi yeyyy !!!!!! Questo sicuramente aiuterà. Anche un po 'di pioggia lo farebbe :)

Grazie del vostro supporto!!! La vita ritorna sul luogo di devastazione anche grazie ai vostri alberi!


Grazie per il vostro supporto e per aver creduto nell'importanza di questo lavoro :)

Kia kaha!

25 views0 comments

Recent Posts

See All